Mobile

Negli ultimi anni, abbiamo assistito al un vero e proprio boom nella diffusione dei cellulari in tutto il mondo. Non solo il numero di utenti mobili è aumentato a livello globale, ma si è verificata una forte crescita anche dell’utilizzo che i consumatori fanno del proprio mobile in svariate attività quotidiane, come per esempio la visione di video, il fare acquisti o semplicemente l'accesso a Internet.

Mobile

Negli ultimi anni, abbiamo assistito al un vero e proprio boom nella diffusione dei cellulari in tutto il mondo. Non solo il numero di utenti mobili è aumentato a livello globale, ma si è verificata una forte crescita anche dell’utilizzo che i consumatori fanno del proprio mobile in svariate attività quotidiane, come per esempio la visione di video, il fare acquisti o semplicemente l'accesso a Internet.

Ormai siamo addirittura oltre, perché in molti paesi, sia maturi che in via di sviluppo, l’accesso a Internet con lo smartphone ha superato i collegamenti da linea fissa.

Le interazioni tra consumatori e marche sono più che mai frammentate e stratificate. I consumatori conducono vite impegnative, con una molteplicità di attività che si ripetono ogni giorno. Di conseguenza molte delle attività pianificate dalle marche non raggiungono l’obiettivo prefissato e il loro ricordo diminuisce più velocemente del previsto.

Perché Mobile?

Il cellulare ci permette di comprendere il valore e l'importanza di queste continue interazioni, dove ogni interazione marca-consumatore rappresenta un'opportunità per conoscere le motivazioni, le necessità e i desideri dei consumatori.

I vantaggi che il cellulare dà in relazione al momento, al luogo e al contesto sono la chiave per ottenere informazioni migliori e più approfondite:

  • Essere sempre in contatto con i rispondenti favorisce tempi di risposta rapidi e una miglior coinvolgimento del consumatore.
  • Risposte più naturali e in tempo reale, raccolte nel momento in cui quel che ci interessa sta succedendo.
  • Contenuti più ricchi grazie alla condivisione di immagini, video e audio
  • Ricerca che va oltre alle risposte esplicite, grazie alla geolocalizzazione o al monitoraggio dell’utilizzo dello smartphone.
  • Accesso a segmenti di popolazione non più attiva su PC, come ad esempio i millenials.

L’evoluzione della ricerca, da semplice indagini via SMS, a ricerche qualitative e quantitative su app e su browser, ha spinto Ipsos a sviluppare molteplici piattaforme che aiutano a migliorare ulteriormente la qualità della ricerca via mobile.

Le principali soluzioni mobile di Ipsos sono:

  • Device Agnostic, che consente agli intervistati di rispondere online tramite il dispositivo preferito: cellulare, tablet o PC
  • Fast Turnaround Solutions, che utilizzano un approccio di field overnight (test di concetti e idee, Instant Brand Health, ecc)
  • Etnografiche e  Diari
  • Misurazione dell’efficacia delle campagne di sponsorizzazione
  • Rilevazione attiva e passiva dell’utilizzo dei media
  • Shopper, Path to Purchase e Population Movement con misurazione passiva e geolocalizzazione
  • Test di prodotto
  • Customer Experience (viaggi, shopping, ecc.)
  • Feedback dei dipendenti
  • Ricerca qualitativa tramite l’utilizzo dell’app Ipsos Applife

Come funziona?

  • Ipsos Engage: è l'interfaccia per la creazione di questionari accessibili da Mobile.  Essa rende tutte le indagini facilmente disponibili anche su dispositivi mobili e consente ai rispondenti di partecipare alle indagini utilizzando il dispositivo preferito sia esso desktop o mobile.
  • Ipsos Mobile App: è la piattaforma ideale da utilizzare quando è necessario ottenere un feedback “in the moment”, oppure quando le opinioni dei consumatori necessitano di essere rilevate per un periodo di tempo più lungo. La sua interfaccia permette un'ampia gamma di opzioni, dalle domande chiuse e aperte più semplici a quelle più complesse, sfruttando pienamente le capacità specifiche del dispositivo, come ad esempio la raccolta di informazioni di geolocalizzazione e multimediali (immagini, video e registrazioni audio). Funziona sia online sia offline.
  • Ipsos AppLife: è la ricerca qualitativa ideale "In-the-Moment" perché offre la possibilità di organizzare discussioni non face to face coprendo un'area geografica ampia. Essa permette di arricchire le risposte integrandole ad informazioni di geolocalizzazione, immagini e video.  Funziona sia online sia offline.
  • SMS: approccio utile per le zone nelle quali esiste una scarsa penetrazione di smartphone ma un elevato utilizzo del cellulare, in particolare esso risulta ideale quando la ricerca verte sulla somministrazione di poche domande, senza la necessità di raccogliere contenuti multimediali o di ricontattare i rispondenti.
  • Un ulteriore vantaggio delle ricerche che utilizzano Ipsos Mobile App è la Dashboard online: una piattaforma di semplice utilizzo che consente l’accesso ai risultati quasi in tempo reale.

Ipsos Mobile App

Location based research - Geolocalizzazione

Le persone tendono a portare il proprio cellulare con sé, dovunque. Ciò ne fa lo strumento perfetto per somministrare indagini mentre le persone sono in movimento.

Attraverso la funzionalità di geo-triggering, tramite la nostra app per dispositivi mobili, è possibile somministrare indagini ai nostri panelisti nel momento stesso in cui accedono ad un luogo specifico, vi trascorrono del tempo oppure lo lasciano. La geo-tracciabilità ci consente di comprendere come le persone si muovono, senza la necessità di far loro domande tradizionali.

Gli ambiti ideali per le ricerche basate sulla geolocalizzazione sono: l’identificazione di percorsi, la raccolta di informazioni relative all'esperienza di viaggio, di acquisto e alla soddisfazione del cliente.

Le ricerche Shopper che sfruttano la geo localizzazione permettono di raccogliere informazioni al momento giusto, per esempio, subito dopo che un consumatore esce da un punto vendita.  Tale approccio permette ad una marca di non somministrare indagini solo a coloro che effettuano un acquisto, ma di comprendere le dinamiche anche di chi effettua una visita senza acquistare nulla, oppure acquista solo alcuni degli articoli che aveva pianificato.  Conoscendo le ragioni delle mancate opportunità di acquisto, una marca sarà quindi in grado di sviluppare misure finalizzate alla minimizzazione di tali circostanze.

Esempio di casi reali

1. UTILIZZO DEL TELEFONINO IN PROGETTI IN-HOME - Test sui prodotti con il diario mobile

In Cina, una marca di cosmetici ha testato una nuova maschera facciale con l’intenzione di confrontarne le performance con il principale concorrente prima del lancio. Oltre a un Product Test standard (indagine face to face con piazzamento), il progetto di ricerca includeva un diario mobile per acquisire reazioni e percezioni immediate durante il periodo di utilizzo. Il recall tradizionale ha dimostrato che il prodotto era allo stesso livello, ed per alcuni aspetti superiore a quello offerto dal concorrente dando di fatto via libera al lancio.  Tuttavia, il diario mobile ha permesso la raccolta di informazioni più dettagliate che l'approccio tradizionale non è stato in grado di intercettare relativamente ai punti di forza e di debolezza del prodotto. Queste evidenze hanno portato a miglioramenti del prodotto prima del lancio (che non sarebbero stati apportati in caso di approccio tradizionale) e, contestualmente, alla riscrittura delle istruzioni per una migliore comprensione.

2. LOCATION-BASED RESEARCH - Acquisizione dell'esperienza presso il punto vendita tramite geo-triggering

Un’azienda ha voluto comprendere meglio i comportamenti dei propri clienti durante l'acquisto. L'obiettivo era coinvolgere i consumatori durante l’esperienza di acquisto oppure immediatamente dopo, al fine di comprendere le dinamiche di utilizzo dello smartphone all’interno del punto vendita. Grazie all'impiego di un'innovativa combinazione fra indagine mobile e geo-triggering, abbiamo raccolto dati quasi in tempo reale, tenendo conto anche del contesto. Ciascun partecipante ha ricevuto un invito di partecipazione alla ricerca 2 ore dopo essere entrato in un centro commerciale. L’azienda è stata in grado di ottenere informazioni dettagliate relativamente alla relazione fra le esperienze di acquisto digitali e tradizionali. I risultati hanno dimostrato che, a causa dell’uso di smartphone presso il punto vendita, la strategia online è fondamentale per rivenditori e produttori di beni di consumo anche se il canale di vendita predominante resta quello tradizionale.

3. BRAND COMMUNICATIONS RESEARCH - Comprensione dell’esperienza con la marca

Un’azienda ha voluto valutare l'impatto di un grande evento durante il Gran Premio di Formula 1 in combinazione con attitudini e comportamenti nei confronti della propria marca.  I visitatori dell'evento sono stati reclutati con l'obiettivo di fornire una valutazione di base circa il loro rapporto con la marca tramite indagine mobile. Tramite Brand Moments App, lo studio ha catturato le loro reazioni nei confronti dei diversi aspetti dell'evento e delle comunicazioni della marca; mentre un’indagine mobile post-evento ha verificato l’andamento dei KPI e la relazione con il brand.  L’azienda committente è stata così in grado di capire meglio quali KPI attitudinali e comportamentali fosse necessario migliorare. È stato possibile anche sviluppare indicatori chiave di brand desire e Word-of-mouth da tenere monitorati durante gli eventi futuri ed eventualmente apportare miglioramenti.

Nuovi servizi