Motivazione ed engagement nelle Online Research Communities

Uno studio sui driver motivazionali per ottenere risultati di ricerca significativi

I tradizionali metodi di partecipazione retribuita utilizzati nelle ricerche online hanno fatto sorgere l’impressione che le persone partecipino alle indagini soltanto per una questione di ritorno economico (motivazione estrinseca). Questo non è vero. Esistono infatti una serie di motivazioni intrinseche che entrano in gioco per gli intervistati che desiderano dar voce alle proprie opinioni, aiutare gli altri, o partecipare per ragioni di divertimento o interesse. Se adoperati erroneamente, gli incentivi possono persino risultare controproducenti.

La crescente propensione delle aziende ad utilizzare le Online Research Communities come strumento di comprensione del mercato, solleva alcune domande sul miglior modo per gestire le community e garantire l’engagement dei membri. Il punto di partenza è identificare le motivazioni intrinseche ed estrinseche presenti in una serie di community online e valutare gli effetti che esse hanno sulla quantità e la qualità delle risposte.

Questo studio presenta il punto di vista Ipsos sul tema e contiene delle linee guida, basate sia sulla ricerca scientifica che sui nostri insight di “ricerca sulla ricerca”, su come creare e gestire Online Research Communities coinvolgenti e di successo.

Crediamo che far leva sulle motivazioni intrinseche sia determinate per ottenere risultati significativi. Gli incentivi economici dovrebbero giocare un ruolo secondario ed esser parte di una strategia di engagement più ampia.

Condurre efficacemente delle Online Research Communities implica focalizzarsi sui driver motivazionali intrinseci. Significa riconoscere i risultati raggiunti, favorire il progresso e far sapere ai membri che la loro opinione può ed influenza effettivamente il client/partner e, per estensione, il mercato e la società.

Consumer & Shopper