Gli italiani e la politica internazionale

Ipsos e ISPI per indagare il rapporto tra italiani e politica internazionale e le principali minacce percepite per l'Italia

Qual è il quadro che emerge dalla rilevazione sugli italiani e la politica internazionale? Quali sono le principali minacce per l'Italia? Quali sono stati gli avvenimenti più preoccupanti del 2018? Quali quelli che hanno dato più speranza? Qual è stato il personaggio più influente? Come ha gestito il governo italiano la crisi migratoria e l’allerta terrorismo?

Il commento di Paolo Magri:

 

1. MINACCE PER L’ITALIA: TORNANO I TIMORI PER LA TENUTA DELL'ECONOMIA

I problemi legati all’economia sono ancora percepiti come la principale minaccia per il nostro paese e risultano in crescita rispetto lo scorso anno. Il dato di questa rilevazione (55%) è il più alto dopo quello del 2014 (67%). L’economia, con la preoccupazione per la tenuta dei conti pubblici e per l’innalzarsi dello spread, continua a rappresentare la maggiore preoccupazione per più un italiano su due. L’immigrazione si conferma al secondo posto tra i rischi per il nostro paese, anche se risulta in netta diminuzione, dal 23% al 16%. Al terzo posto troviamo un tema correlato a quello economico, ossia lo scontro tra Italia e Unione Europea che si è sviluppato soprattutto attorno alla manovra del governo italiano; l’11% degli italiani pensa che sia la maggiore minaccia per l’Italia. In netto calo rispetto al passato è invece il dato relativo al terrorismo come minaccia per l’Italia (dal 12% al 6%).

Quale è la minaccia più grave per l’Italia?

 

 

2. MINACCE PER IL MONDO: I CAMBIAMENTI CLIMATICI ORA FANNO PIU' PAURA

Per la prima volta i cambiamenti climatici rappresentano per gli italiani la minaccia più rilevante a livello globale compiendo un balzo considerevole in termini percentuali, dal 13 al 28%. Al secondo posto il terrorismo di matrice islamica che risulta ormai in calo da diverso tempo (nel 2015 era 38%, oggi al 16%). Continuano a preoccupare anche le diseguaglianze nel mondo e la crisi economica, mentre sembra quasi scomparsa la preoccupazione verso la Corea del Nord, seconda minaccia percepita nel 2017.

Quale è la minaccia più grave a livello globale?

 

 

3. NOTIZIA PIÙ PREOCCUPANTE: LA CRISI DEI MIGRANTI

La questione dei migranti costituisce la notizia più preoccupante del panorama internazionale di quest’anno, seguita dalla politica estera del presidente statunitense Donald Trump e da fake news e minacce informatiche. La guerra commerciale Stati Uniti – Russia e la crescita dei partiti euroscettici e nazionalisti compiono un importante balzo nella preoccupazione.

 

4. LE NOTIZIE CHE DANNO PIÙ SPERANZA: MINORI ATTENTATI, RIDUZIONE MIGRANTI E DIALOGO SU COREA DEL NORD

Il calo degli attentati in Occidente è considerata come la migliore notizia dell’anno. Tuttavia, proprio mentre si chiudeva il sondaggio avveniva a Strasburgo un importante attentato nel quale perdevano la vita 5 persone tra i quali l’italiano Antonio Megalizzi. È inoltre interessante notare come, in continuità con lo scorso anno, la riduzione del flusso dei migranti dalla Libia sia stata valutata piuttosto positivamente dal campione degli italiani preso in esame dal sondaggio, così come la stretta di mano tra Trump e Kim Jong Un.

 

5. COREA DEL NORD IL PAESE PIÙ PERICOLOSO (IN CALO); GLI USA COME MINACCIA (IN CRESCITA)

Se il dato relativo alla Corea del Nord come paese che rappresenta la maggior minaccia non sorprende - e risulta peraltro in notevole calo rispetto allo scorso anno -, il fatto che gli italiani considerino sempre più gli Stati Uniti come una minaccia (passando dall’8 al 19%) è certamente indicativo di quale sia la percezione della politica di Washington nell’ultimo anno.

 

6. UE: SEMPRE MENO INFLUENTE MA PRINCIPALE CONTRIBUTORE ALLA PACE NEL MONDO

In continuità con lo scorso anno, risulta duplice la percezione degli intervistati sull’Unione Europea: mentre viene considerata sempre meno rilevante nel panorama globale, resta comunque il principale attore per la pace nel mondo, precedendo il Vaticano e l’Italia.

Rispetto al 2016, l'Europa è più o meno influente?

Quale attore contribuisce maggiormente alla pace nel mondo?

 

7. DONALD TRUMP SEMPRE PIÙ INFLUENTE

Il presidente statunitense Trump è reputato sempre più influente e cresce di 10 punti percentuali nella percezione degli italiani rispetto allo scorso anno. Putin resta stabile al secondo posto, prima di Papa Francesco e Merkel che risultano in relativo calo.

Quale è il personaggio più influente della politica estera?

 

8. IL GOVERNO ITALIANO CONVINCE IL 71% SULL’ANTI-TERRORISMO E UN ITALIANO SU DUE SULLA GESTIONE DEI MIGRANTI

La gestione dell’allerta terrorismo da parte del governo italiano, al di là della colorazione politica, continua a essere valutata molto positivamente dagli italiani nel corso del tempo (dal 2015 al 2018). Il dato del 2018 vede addirittura il 71% degli italiani convinti che il governo abbia agito positivamente.

Come valuta la gestione dell'allerta terrorismo da parte del governo italiano?

Se nella rilevazione dello scorso anno, l’opinione pubblica non sembrava aver apprezzato la gestione della questione migratoria, (il 63% degli intervistati esprimeva una valutazione negativa nonostante un notevole calo dei flussi da luglio 2017), quest’anno un italiano su due approva l'operato del governo.

Come valuta la gestione della questione migratoria da parte del governo italiano?

 

9. LA FRANCIA DI MACRON DIVENTA IL PRINCIPALE ANTAGONISTA POLITICO DELL'ITALIA

La Francia appare come il maggior avversario del nostro paese. Interessante notare come la percezione degli italiani sia nettamente peggiorata nei confronti di Parigi rispetto allo scorso anno (dal 13% al 38%) superando la Germania. Quest’ultima risulta anche il più importante alleato dell’Italia. Al secondo posto la Spagna, cresciuta molto nella percezione positiva dell’opinione pubblica.

Quale è il paese più ostile all'Italia in Europa?

Quale è il più importante alleato dell'Italia in Europa?

 

10. PROMOZIONE DELL’ITALIA: CRISTOFORETTI E BOCELLI I PIÙ POPOLARI. CONTE E SALVINI PRIMI TRA I POLITICI

Quale personaggio contribuisce meglio a promuovere l’immagine dell’Italia all’estero?

 

IL COMMENTO DI NANDO PAGNONCELLI, PRESIDENTE IPSOS ITALIA

"Tornano ad aumentare le preoccupazioni per l’economia. Le preoccupazioni per la ripresa economica sotto le aspettative e la tenuta delle finanze statali crescono nettamente rispetto al 2017 (+7 punti). Allo stesso tempo, la riduzione dei flussi migratori allenta, in parte, la pressione sul tema dell’immigrazione: gli italiani che la ritengono la minaccia più grave per l'Italia scendono dal 22% del 2017 al 16% di quest’anno. Ma il tema delle migrazioni resta centrale nel dibattito pubblico e viene ancora considerato la questione più preoccupante e, allo stesso tempo, sottovalutata.

Per l'Italia e l'Europa, immigrazione ed economia sono ancora le issues cruciali, ma spostando lo sguardo alle preoccupazioni globali i cambiamenti climatici sono considerati la principale minaccia, dal 28% degli intervistati (+15 punti rispetto al 2017).

Allo stesso tempo, proprio l'America di Trump, che si è sfilata dagli accordi ONU sul clima, sta “tornando grande” nello scenario globale, almeno nelle opinioni degli italiani: nel 2015 solo il 19% pensava che gli usa fossero più influenti rispetto all’anno precedente, adesso sono ben il 52%, con un aumento di 8 punti rispetto al 2017. Trump è considerato il personaggio più influente in politica internazionale, sebbene il suo approccio in politica estera desti preoccupazione per il 27% degli italiani.

Italiani che sono alla ricerca di nuovi alleati in Europa. La Germania resta ancora il paese considerato più vicino, il 30% la considera l’alleato più importante, ma per altrettanti è il principale avversario (31%).

Ma lo scontro sui migranti dei mesi scorsi ha reso la Francia il paese che la maggioranza degli italiani considera più ostile, ben il 38%, con un aumento di 25 punti rispetto al 2017. E lo scontro indiretto sul deficit di bilancio, con lo “sforamento” dei parametri annunciato da Macron e confermato da Moscovici, potrà alimentare ulteriormente questo sentimento".

Scarica tutti i risultati del sondaggio in PDF

Società