Sviluppare campagne creative efficaci, le persone premiano i "brand reali"

In questo nuovo Ipsos Views, il team Creative Excellence di Ipsos ha analizzato come i brand possono sviluppare una creatività più efficace e quale percorso seguire per costruire e ottimizzare le proprie campagne creative.

Per decenni le agenzie di comunicazione, i brand e i festival di settore hanno sostenuto la creatività, definendola un modo per rendere la comunicazione più efficace nella costruzione del brand. Nel corso del tempo sono stati sviluppati molteplici modelli per dare vita alla creatività e valutarne l'efficacia; ad esempio Leo Burnett - tra i più acclamati fondatori di agenzie pubblicitarie leggendarie - ha introdotto la scala di creatività 7+ con l'obiettivo di incoraggiare l'eccellenza nella pubblicità creativa, adottata successivamente anche da Heineken che ha definito la creatività come motore chiave del business. Nel 2020, Cannes Lions e WARC hanno lanciato una nuova scala, la Creative Effectiveness Ladder, su iniziativa di James Hurman e Peter Field per aiutare i brand e le agenzie a guidare una maggiore efficacia attraverso la creatività. Ogni gradino della scala definiva un obiettivo che i marketer dovevano assegnare alle proprie campagne, offrendo un ottimo strumento per valutarne l'efficacia. 

Il team Creative Excellence di Ipsos ha aggiunto il proprio contributo, non attraverso la realizzazione di una scala di creatività o di una qualsiasi altra metrica di efficacia, bensì spiegando come i brand possono sviluppare una creatività più efficace e quale percorso devono seguire per costruire e ottimizzare le proprie campagne creative. 

Brand e creatività, il potere dell'essere reali

L'esperienza combinata dei nostri ricercatori creativi ha scoperto che ci sono molteplici percorsi per sviluppare la creatività e valutarne l'efficacia, ma in molte delle campagne creative che Ipsos ha analizzato nel corso degli anni, ciò che spesso fa la differenza è quanto queste siano radicate nella realtà. Le persone conoscono la differenza, premiano i marchi che sono reali e prendono le distanze da quelli che non lo sono.

In questo nuovo Ipsos Views, i nostri esperti si soffermano sulle quattro diverse dimensioni del reale che contano per scalare le scale della creatività, aumentare l'efficacia delle proprie campagne creative e sviluppare pubblicità magiche e straordinarie:

  • Il potere del contesto reale: comprendere il contesto più ampio in cui vivono le persone, analizzando le principali tendenze sociali ed economiche che le influenzano e le entusiasmano. 
  • Il potere dell'intuizione reale: esplorare le attuali esperienze di categoria e di marca delle persone, le loro aspirazioni e tensioni. 
  • Il potere dello scopo reale: scoprire cosa offre veramente il brand, cosa fa, il ruolo che può giocare nella vita delle persone.
  • Il potere della distintività reale: rivelare un vero punto di differenza del brand, che può essere il trampolino di lancio per raccontare una storia unica e creativa.

Media & Brand Communication