Attitudini globali: opinioni sui vaccini Covid-19

Il nuovo sondaggio globale Ipsos-World Economic Forum evidenzia l'aumento dell'intenzione di vaccinarsi contro il Covid-19, la crescente domanda di vaccini e opinioni divergenti sull'obbligo di vaccinazione.

Un nuovo sondaggio Ipsos, condotto in 15 Paesi e in collaborazione con il World Economic Forum, indica un aumento generale dell'intenzione di vaccinarsi contro il Covid-19 in tutto il mondo - rispetto a sei settimane fa.

Inoltre, quest'ultimo sondaggio globale che esplora l'opinione sui vaccini dei cittadini rivela anche: 

  • la presenza di una domanda diffusa di vaccinarsi il prima possibile;
  • la mancanza di consenso sul fatto che il vaccino anti Covid-19 debba essere obbligatorio in tutti i Paesi;
  • la preoccupazione per gli effetti collaterali e la velocità degli studi clinici, che continuano a rappresentare le principali cause di esitazione nei confronti del vaccino.

Aumenta l'intenzione di vaccinarsi 

Rispetto a qualche settimana fa, l'intenzione di vaccinarsi contro il Covid-19 è aumentata in tutti e 15 i Paesi esaminati. Il Regno Unito - con una percentuale dell'89% - mostra il più alto livello di intenzione di ricevere il vaccino anti Covid-19.

Negli altri Paesi, l'intenzione di vaccinarsi è: 

  • Elevata in Brasile (88%), Cina (85%), Messico (85%), Italia (80%), Spagna (80%), Canada (79%) e Corea del Sud (78%). 
  • Abbastanza alta in Australia (73%), Stati Uniti (71%) e Germania (68%).
  • Media in Giappone (64%), Sudafrica (61%) e Francia (57%).
  • Bassa in Russia (42%).

Rispetto all'ultimo sondaggio condotto, l'aumento dell'intenzione di vaccinarsi contro il Covid-19 è maggiormente visibile in Italia e Spagna in cui la maggioranza della popolazione - 54% - si trova fortemente d'accordo (+28 punti percentuali).

Italia e Spagna sono seguiti dal Regno Unito (+21 punti), Brasile e Messico (+20 punti), Francia (+19 punti), Cina (+17 punti) e Canada (+16 punti). I Paesi che mostrano i guadagni più piccoli sono la Russia (+3 punti), l'Australia (+5 punti) e il Sudafrica (+6 punti).

if a vaccine for covid i would get it

 

In 11 dei 15 Paesi esaminati i cittadini intenzionati a vaccinarsi affermano anche che, quando il vaccino anti Covid-19 sarà disponibile per la propria categoria, desiderano riceverlo immediatamente o - al massimo - entro un mese. Nello specifico: 

  • Quattro su cinque in Messico (82%), Brasile (79%) e Regno Unito (79%).
  • Circa due su tre in Spagna (71%), Stati Uniti (70%), Germania (68%), Canada (67%) e Italia (66%).
  • Più della metà in Francia (59%), Australia (56%) e Sudafrica (55%).
  • Meno della metà in Cina (49%), Giappone (39%), Russia (37%) e Corea del Sud (28%).

Ragioni per non vaccinarsi contro il Covid-19

In quasi tutti i Paesi esaminati, le due ragioni principali che spingono i cittadini a esitare sulla validità del vaccino anti Covid-19 sono: la preoccupazione per gli effetti collaterali e la velocità degli studi clinici. In dettaglio: 

  • Il timore per gli effetti collaterali si estende in un continuum che va dal 66% - percentuale più alta - in Giappone, al 25% - percentuale più bassa in Brasile. In Italia, meno della metà dei cittadini (36%) teme gli effetti collaterali del vaccino anti Covid-19. 
  • La preoccupazione per la velocità degli studi clinici si estende in un continuum che va dal 51% - percentuale più alta - in Brasile, al 14% - percentuale più bassa - in Giappone. In Italia, meno della metà dei cittadini (29%) afferma di essere preoccupato in merito alla velocità con cui stiano procedendo gli studi clinici.  
  • Il basso rischio di contrarre il Covid-19 si estende in un continuum che va dal 18% - percentuale più alta - in Cina, al 5% - percentuale più bassa - in Giappone. In Italia, soltanto il 5% ritiene che ci sia un basso rischio di contrarre il Covid-19.   
  • L'inefficacia del vaccino anti Covid-19 si estende in un continuum che va dal 12% - percentuale più alta - in Regno Unito, al 4% - percentuale più bassa - in Corea del Sud e Cina. In Italia, soltanto il 7% ritiene che il vaccino anti Covid-19 non sarà efficace. 
  • La scarsa fiducia nei confronti dei vaccini in generale si estende in un continuum che va dal 11% - percentuale più alta - negli Stati Uniti, all'1% - percentuale più bassa - in Cina. In Italia, soltanto il 10% della popolazione afferma di essere contrario ai vaccini in generale. 
why not take vaccine

 

Sostegno alla vaccinazione obbligatoria 

Le opinioni in merito al fatto di rendere obbligatoria la vaccinazione contro il Covid-19 variano da Paese a Paese. Tra i 15 Paesi esaminati, la proposta di rendere la vaccinazione obbligatoria è:

  • Sostenuta da una maggioranza assoluta in 9 Paesi (Messico, Brasile, Corea del Sud, Spagna, Cina, Italia, Canada, Regno Unito e Australia).
  • Sostenuta da una pluralità in 2 paesi (Giappone e Stati Uniti).
  • Non sostenuta da una pluralità in 1 paese (Sudafrica).
  • Non sostenuta da una maggioranza assoluta in 2 paesi (Germania e Francia).
making vaccine mandatory over 18

 

Società