Sondaggio, vaccino Covid: la maggioranza degli intervistati ha intenzione di vaccinarsi

L'ultimo sondaggio condotto da Ipsos per il World Economic Forum ha indagato le opinioni dei cittadini in 15 Paesi del mondo in merito all'intenzione di vaccinarsi contro il Covid-19, scoprendo anche quali sono le categoria maggiormente esitanti.

Il nuovo sondaggio di Ipsos condotto per il World Economic Forum, condotto tra quasi 10.000 persone in 15 Paesi, rivela che l'esitazione al vaccino Covid tende ad essere maggiormente presente tra coloro che hanno un reddito o un livello di istruzione inferiore, le generazioni più giovani e/o le donne. La maggioranza in tutti i Paesi intervistati intende ottenere il vaccino Covid non appena sarà disponibile per la propria categoria. Tuttavia, il sondaggio indica che l'intenzione di vaccinazione è in calo da febbraio - non solo negli Stati Uniti e nel Regno Unito, dove circa la metà degli adulti ha già ricevuto almeno una dose di vaccino - ma anche in Paesi dove le campagne di vaccinazione sono state molto più lente, come l'Australia e la Corea del Sud. 


Leggi anche i risultati del precedente sondaggio di Ipsos condotto per il World Economic Forum: "Covid, Green Pass: approvato dalla maggioranza degli italiani"


Vaccino, Covid: la maggioranza degli intervistati ha intenzione di vaccinarsi 

In 13 dei 15 Paesi esaminati, la maggioranza degli intervistati - che ancora non sono stati vaccinati contro il Covid-19 - dichiara di voler ottenere il vaccino se fosse disponibile per la propria categoria. L'intenzione di vaccinarsi, tra coloro che ancora non lo sono, è: 

  • Molto alta in Brasile (93%), Messico (88%), Spagna (83%) e Cina (81%).
  • Abbastanza alta in Italia (79%), Canada (78%), Giappone (73%), Corea del Sud (72%), e Germania (71%).
  • Media in Australia (66%), Sudafrica (62%) e Francia (58%).
  • Bassa negli Stati Uniti (46%) e in Russia (41%)

Vaccino, Covid

Il sondaggio condotto tra il 22 e il 25 aprile, rivela che la percentuale di intervistati non vaccinati e propensi a fare il vaccino contro il Covid non è cambiata significativamente da febbraio in 8 dei 15 Paesi. E', invece, aumentata di più di 3 punti in Messico (+8) e Brasile (+4) ed è scesa di più di 3 punti negli Stati Uniti (-19), Australia (-12), Regno Unito (-10), Corea del Sud (-8) e Italia (-6).

Per mettere questi numeri in prospettiva, secondo i dati dell'Università di Oxford, la quota della popolazione che aveva ricevuto almeno una dose di vaccino al momento del sondaggio era: circa il 50% nel Regno Unito; il 41% negli Stati Uniti, il 29% in Canada, il 23% in Germania, il 22% in Spagna, il 21% in Francia e Italia, il 13% in Brasile, il 9% in Messico, l'8% in Russia, il 4% in Corea del Sud, l'1% in Giappone e Australia, e meno dell'1% in Sud Africa.

Vaccino, Covid 2

Vaccino, Covid: quali sono le categorie più esitanti? 

In media, il 29% degli intervistati nei 15 Paesi esaminati e il 21% degli italiani afferma di non aver intenzione di fare il vaccino contro il Covid-19, anche se fosse disponibile per la propria categoria. I dati del sondaggio di Ipsos mostrano una percentuale più alta di esitanti tra:

  • Chi ha un reddito familiare più basso (in media di 7 punti). Maggiormente evidente in Francia (17 punti), Regno Unito (10 punti), Australia e Italia (9 punti) e Germania (8 punti).
  • Chi ha un livello di istruzione inferiore (di 4 punti). Maggiormente evidente in Regno Unito (15 punti), Brasile e Germania (10 punti), Australia e Canada (7 punti), e Giappone (5 punti).
  • Chi ha un'età compresa tra i 16 e i 23 anni, noti anche come Gen Z (di 3 punti). Maggiormente evidente in Giappone (15 punti), Corea del Sud (14 punti), Australia (11 punti), Germania (10 punti), Spagna (8 punti) e Regno Unito (6 punti).
  • Chi ha un'età compresa tra i 24 e i 38 anni, noti anche come Millennials (di 2 punti). Maggiormente evidente in Giappone (12 punti), Corea del Sud (11 punti), Germania (9 punti), Australia e Francia (8 punti).
  • Le donne (di 2 punti). Maggiormente evidente in Australia, Stati Uniti (7 punti sopra la media in entrambi i Paesi), Francia e Sudafrica (6 punti), così come Messico, Russia e Corea del Sud (4 punti).

Vaccino, Covid 3

Per maggiori informazioni leggi anche l'articolo del World Economic Forum. 

Società