Assicurazioni. Per gli italiani il futuro è flessibile, semplice e accessibile

Gli italiani e le assicurazioni: il risultati della ricerca Ipsos per BNP Paribas

Istantanea di un Paese, tra insoddisfazione e voglia di rivalsa

È vero, in Italia c’è insoddisfazione, ma c’è anche una grande voglia di rivalsa. Gli italiani non smettono, infatti, di fare progetti futuri ed entro il 2025 vorrebberoviaggiare alla scoperta del mondo (l’82%), acquistare un’auto e avere una casa accogliente, (il 75%). Forte, molto più che altrove, anche la volontà di avviare una nuova attività imprenditoriale (41%) se si pensa che in Germania solo il 19% ha intenzione di portare avanti un’iniziativa di questo tipo.

Uno sguardo al futuro

Ma come realizzare questi progetti? Innanzitutto facendo affidamento su se stessi. Al primo posto c’è, infatti, la convinzione di avere abbastanza soldi per finanziare i propri sogni nel giro di qualche anno (56%), mentre il 52% vuole farlo iniziando a risparmiare. Al terzo posto una conferma: accendere una polizza assicurativa è ritenuto un passo fondamentale per il 22% degli italiani. Segno che per molti italiani realizzare i propri progetti di vita significhi ancor prima proteggere la famiglia e il patrimonio. 

Le paure degli italiani

Salute e lavoro. Si possono riassumere in due parole le grandi preoccupazioni degli italiani. Nel primo ambito, il 70% teme, in generale, di perdere la propria indipendenza, con il 69% che teme una malattia grave e il 67% una malattia cronica. Nel secondo, è grande la paura di subire perdite finanziarie o una forte riduzione delle entrate (72%), seguita dalla perdita del lavoro (60%). A far paura agli italiani sono poi i disastri naturali, temuti dal 50%.

Quali assicurazioni?

Il 38% degli intervistati afferma di non avere alcuna polizza assicurativa se non quelle obbligatorie. Più della metà degli italiani (55%) vorrebbe assicurarsi nei prossimi anni contro i rischi maggiormente percepiti. Per proteggersi da malattie gravi, innanzitutto, opzione indicata dal 33% degli intervistati da perdite finanziarie(29%) e dalla perdita del lavoro (29%)

L’assicurazione ideale

Gli italiani vorrebbero polizze flessibili, rimborsabili quando non utilizzate (35%), personalizzabili (29%) e attivabili all’occorrenza (25%); semplici, con un linguaggio chiaro e comprensibile (33%); accessibili, aperte a tutti (29%). In cambio di polizze “su misura” quasi 2 intervistati su 3 (risultato tra i più alti in Europa) si dicono disposti a condividere i propri dati sulla salute (68%), sulla situazione famigliare (67%), personali (68%) e finanziari (54%).

Ulteriori informazioni su Servizi finanziari

Società