Covid e Sostenibilità: a che punto è la notte?

In questo nuovo webinar, facciamo un po’ di chiarezza per comprendere se la tensione alla sostenibilità segni il passo, oppure se al contrario sia l’occasione per ripensare al nostro modello di sviluppo e di consumo.

La pandemia è apparsa in un momento storico complesso, contraddistinto da crisi geopolitiche e guerre doganali. Il mondo si è fermato (o quasi) ed è cresciuta prima la paura per le conseguenze sanitarie, ed ora per quelle economiche. Ci si può chiedere: che ne è di tutti i dibattiti sulla sostenibilità? Cosa è rimasto dell’effetto Greta?

Inoltre la crisi sanitaria ha rimesso al centro la necessità di avere prodotti ‘sicuri’, la centralità di preservare oggetti e cibo da contaminazioni, tramite l’adozione di mascherine, di guanti, di confezionamenti che inducono tranquillità: e in questo senso la plastica gioca un ruolo di primo piano. La popolazione è ancora diffidente verso gli imballaggi di plastica? O sono ben altri i problemi che oggi si affrontano? E come stanno reagendo le aziende?

Ipsos presenta il webinar "Covid e Sostenibilità: a che punto è la notte?" per fare un po’ di chiarezza, comprendere se la tensione alla sostenibilità segni il passo, oppure se al contrario sia l’occasione per ripensare effettivamente le strategie globali, aziendali e individuali del nostro modello di sviluppo e di consumo. 

Società