Covid, sondaggi: l'opinione degli italiani - 10° Aggiornamento 2020

Continua il monitoraggio sul clima d'opinioni nel nostro in Paese in merito al Coronavirus.

 

Il team Ipsos continua il lavoro di monitoraggio del clima d'opinioni in Italia in merito alla diffusione del nuovo Coronavirus, giungendo al suo 10° aggiornamento.   

Le ultime analisi evidenziano:

  • Il senso di minaccia percepita dagli italiani cala ancora, tornando ai livelli della prima settimana di lock-down, quando la situazione del contagio non era ancora esplosa in tutta la sua drammaticità.
  • L’incertezza sullo stato della crisi è solo di poco inferiore alla convinzione che il peggio sia passato; si riduce significativamente la proporzione di coloro che pensano che l’emergenza sia ancora al picco.
  • Leggero incremento di coloro che sono preoccupati per le conseguenze della crisi su redditi e lavoro, e crescita più decisa tra i convinti che il Paese abbia bisogno del riavvio, per riavviare anche la ripresa economica. Resta ancora prevalente l’idea che vi siano troppe violazioni.
  • Più della metà degli italiani giudica efficaci le misure di Governo nazionale e istituzioni locali (regioni e comuni) adottate in Fase 2. Le regole di Fase 2 risultano molto chiare solo a 7 cittadini su 100, abbastanza chiare per 35 su 100. Tuttavia, più di un italiano su due pensa di non avere ben compreso le regole: a partire dal tema «congiunti», passando per gli spostamenti in regione e le passeggiate, fino alle questioni che regolano l’accesso alle seconde case, ad altre regioni e al trasporto pubblico
  • Quanto alle visite, la possibilità di rivedere la famiglia prevale nettamente su quella di incontrare gli amici e solo per un italiano su 5 gli amici sarebbero dovuti essere parte delle visite consentite da subito.

Società