Ipsos continua a sostenere i rifugiati di tutto il mondo

Ipsos continua ad aiutare e sostenere i rifugiati di tutto il mondo. Molteplici le iniziative lanciate in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato.

In occasione della Giornata Mondiale dei Rifugiati tenutasi lo scorso 20 giugno, Ipsos ha lanciato la sua iniziativa #stepswithrefugees con l'obiettivo di far fare ai propri dipendenti 3 milioni di passi entro il 20 giugno. I passi dovevano riflettere il lungo viaggio che molti rifugiati fanno per raggiungere la sicurezza.

Un'altra iniziativa organizzata è stata il primo Festival del Cinema dei Rifugiati di Ipsos. Il festival ha presentato una linea ben curata di cortometraggi premiati a livello internazionale, evidenziando le numerose sfide che i rifugiati devono affrontare a livello globale. I premiati registi australiani e di Gerusalemme hanno partecipato a una sessione moderata di domande e risposte con gli spettatori. Tutti i proventi raccolti durante l'evento sono stati devoluti in beneficenza a favore dei rifugiati. L'ambasciatrice della Fondazione Ipsos per gli Stati Uniti, Reena Roy, ha guidato le diverse iniziative organizzate da #Ipsos per i rifugiati.

"Crescendo in Malesia, mia madre ha sempre fatto in modo che il volontariato fosse parte integrante della mia educazione. Ora, come madre, trasmetto ai miei figli questi stessi ideali per servire la comunità. È facile donare denaro, ma ci vuole uno sforzo reale per dedicare tempo della propria giornata per aiutare gli altri senza ricevere nulla in cambio. In qualità di ambasciatrice americana della Fondazione Ipsos, sono felice di poter aiutare chi davvero ha bisogno di aiuto".

Fondata nel 2014, la missione della Fondazione Ipsos è di realizzare programmi educativi per bambini e adolescenti svantaggiati in tutto il mondo. Attualmente la Fondazione Ipsos sostiene 10 gruppi no profit che si dedicano principalmente alla ricostruzione delle scuole, al sostegno dei bambini e delle famiglie in difficoltà, alla sfida di situazioni sanitarie, sociali ed economiche.

Per saperne di più sulla Fondazione Ipsos, visitare il sito: 

https://www.ipsos.com/en/taking-responsibility

Società