Le propensioni di viaggio degli italiani per l'estate 2020

L'ultima indagine di Future4Tourism di Ipsos ci svela i principali risultati in merito alle propensioni di viaggio degli italiani per l'estate 2020.

Sono stati presentati lo scorso 24 Luglio al Beach&Love, l’evento che racconta le tecniche e strategie di comunicazione e digital marketing per incentivare la ripartenza del settore turistico post Coronavirus, gli ultimi dati di Future4Tourism di Ipsos in merito alle propensioni di viaggio degli italiani. 

Le principali evidenze: 

  • La pandemia di Coronavirus ha influito fortemente sulle scelte dei vacanzieri, infatti, il 40% degli italiani afferma che abbia modificato abbastanza le proprie scelte legate alle vacanze 2020 e per il 33% della popolazione ha influito molto. 
  • Le Regioni si posizionano al primo posto come enti che più di ogni altro hanno comunicato rassicurazione, infatti, per il 37% degli italiani hanno rassicurato i viaggiatori circa la sicurezza garantita rispetto al virus. 
  • In questa nuova fase post lockdown, il 68% degli italiani vorrebbe che i brand comunicassero sicurezza per il consumatore e il 62% un ritorno alla normalità. Inoltre, il 32% della popolazione desidera che la pubblicità delle marche trasferisca sentimenti positivi, come: relax, calma e ottimismo. 
  • I vacanzieri per l’estate 2020 sono in calo rispetto al passato, ma la fine del lockdown e una maggior chiarezza sulle possibilità di spostamento hanno riacceso la voglia di viaggiare. 

  • La maggior parte dei vacanzieri ha scelto di rimanere in Italia per le proprie vacanze 2020, preferendo mete balneari e della durata di pochi giorni. La pandemia ha modificato anche la scelta della struttura per il soggiorno, preferendo case e appartamenti a discapito di hotel, B&B e agriturismi. Ad essere preferite sono anche le spiagge attrezzate rispetto a quelle libere. 

  • Internet rappresenta una fonte informativa imprescindibile quando si sceglie la meta della propria vacanza, infatti: il 38% degli italiani afferma di informarsi tramite i siti ufficiali delle destinazioni prescelte, il 35% tramite siti, blog, forum e il 12% tramite i Social Network. 

  • Infine, L’Italia rappresenta un importante polo attrattivo per il turismo internazionale, base da cui (ri)partire. 

Società