I sondaggi politici di Pagnoncelli: intenzioni di voto, riaperture e opinioni su Ddl Zan

Gli ultimi sondaggi politici di Nando Pagnoncelli, Presidente di Ipsos, presentati alla trasmissione DiMartedì su La7 - puntata del 04/05/2021.

I sondaggi politici di questa settimana hanno indagato le intenzioni di voto degli italiani e il gradimento dei principali leader politici, focus anche sulle opinioni in merito alle prime riaperture e sul Ddl Zan. Ad una settimana dalle prime riaperture, il 53% degli italiani sostiene che ci stiamo comportando male e che il rischio sia ancora elevato. Per il 57% degli italiani la discriminazione è un problema reale e il 49% approva il Ddl Zan. Vediamo insieme i principali risultati!

Le intenzioni di voto degli italiani e il gradimento dei leader politici 

Il mese di aprile ha fatto registrare un andamento altalenante dell’opinione pubblica nei confronti del Governo e del Presidente Draghi. Al netto delle variazioni settimanali, il mese si chiude con una flessione di 4 punti dell’indice di gradimento del presidente Draghi (da 62% a 58%) e un dato stabile per l’esecutivo (56%). 

La graduatoria della popolarità dei leader vede al primo posto Giuseppe Conte con un indice di gradimento pari a 55%, al secondo posto si posiziona Giorgia Meloni con il 37%, che scavalca Speranza (36%). A seguire Letta e Salvini appaiati al 30%, poi Berlusconi e Toti con indice pari al 28%, Calenda con il 23%. Tra gli altri leader si registra un aumento per Lupi, un calo per Crimi, Fratoianni e Renzi, e un dato stabile per Bonelli.


Leggi anche l'articolo del Corriere della SeraIl Pd a un punto dalla Lega e Fratelli d’Italia supera i 5 Stelle | Sondaggio


Per quanto riguarda le intenzioni di voto: si assottiglia il vantaggio della Lega (21,9% in calo di 0,6) sul Pd (20,9%, in aumento di 0,6). In secondo luogo, FdI aumenta di 1,7% attestandosi al 18,9%, il M5S arretra di 2 punti (dal 18% al 16%) e scivola al quarto posto. Da segnalare inoltre l’aumento di Forza Italia (da 7,6% a 8), di Azione (da 2,4% a 2,8) e di Sinistra Italiana (da 2% a 2,2). 

Covid, prime riaperture e assembramento in Piazza Duomo 

Il sondaggio Ipsos della settimana scorsa  ha messo in luce come per il 50% degli italiani le riaperture in zona gialla sarebbero durate ben poco e, invece, per il 41% rappresentavano un primo passo verso la normalità. Questa settimana, il sondaggio Ipsos rileva che per il 53% ci stiamo comportando male in quanto il rischio di contagio è ancora elevato e per il 35% il Paese ha reagito bene, facendo prevalere il buon senso. Il 12% non sa, non indica. In merito alla vittoria dello scudetto dell'Inter, per il 62% degli italiani bisogna trovare un modo per ridurre la possibilità di assembramento in Piazza Duomo a Milano e soltanto il 25% ritiene che fosse impossibile evitare i festeggiamenti. Il 13% non sa, non indica. 

Discriminazione e opinioni sul Ddl Zan

In Italia il problema della discriminazione su base religiosa, etnica, colore della pelle o orientamento sessuale esiste oggettivamente per il 57% degli italiani, invece, il 30% ritiene che sia un tema sollevato più che altro da pochi intellettuali. Il 13% non sa, non indica. 

Ultimamente si è sentito molto parlare e discutere del Ddl Zan, che prevede di estendere le pene previste per i reati di razzismo anche agli atti di discriminazione o violenti per motivi fondati sul genere, sull'orientamento sessuale o sull'identità di genere. Il 49% degli italiani ritiene che il Ddl Zan sia giusto e che ci sia bisogno di una legge apposita per questi reati, invece, il 31% ritiene sia sbagliato in quanto le discriminazioni sono già sanzionate dalle leggi vigenti. Il 20% non sa, non indica. 

Ipsos, sondaggi e ricerche

I nostri team e le nostre specializzazioni di ricerca forniscono informazioni accurate e pertinenti che ti aiuteranno a prendere decisioni in maniera più veloce e in linea con i tuoi obiettivi.

Guarda le nostre soluzioni

Ricerche approfondite grazie ad un rapido accesso a differenti target, consumatori e cittadini. Indagini su qualsiasi argomento, utilizzando la modalità più appropriata. Dai progetti semplici a quelli più complessi e su vasta scala.

Società