Vacanze 2021, un'estate italiana e Covid-free: l'importanza del Green Pass

Vacanze Estate 2021: la nuova rilevazione dello studio Future4Tourism di Ipsos rivela che il 70% degli italiani si concederà almeno un periodo di vacanza tra luglio e settembre 2021.


NOTA BENE: Ipsos non può fornire informazioni e/o istruzioni su come e dove ottenere il Green Pass

NOTE: Ipsos can not provide information and/or instructions on how and where the Green Pass can be obtained


La situazione Covid oggi in Italia ha subito un netto miglioramento, grazie soprattutto a una diminuzione del contagio, un calo importante dei ricoveri e dei decessi e alla diffusione dei vaccini in Italia - ma anche nel resto dell’Europa e del mondo - che ha riacceso la voglia di vacanza degli italiani. L'ultima rilevazione di Ipsos, condotta in occasione delle vacanze primaverili, ha anche riportato le previsioni degli italiani in merito alle vacanze estive 2021

  • il 49% degli italiani aveva dichiarato di fare un periodo di vacanza nei mesi estivi, prediligendo l'Italia e le mete di mare;
  • il 50% degli italiani si dichiarava certo di riuscire a realizzare i propri programmi per le vacanze estive: un po’ più fiduciosi rispetto alle vacanze primaverili o comunque meno disponibili a rinunciarvi.

Cosa sarà cambiato in quest'ultimi mesi, con l'avvicinarsi dell'estate 2021? La nuova rilevazione dello studio Future4Tourism, che Ipsos realizza dal 2017, indica che 7 italiani su 10 (70%) si concederanno almeno un periodo di vacanza tra luglio e settembre 2021, di fatto un dato allineato a quello riferito alle estati 2018-2019. Vediamo i principali risultati. 

Vacanze 2021, un'estate italiana 

La durata delle vacanze programmate è tornata a quella dei livelli pre-pandemia: sono soprattutto il long weekend (3 pernottamenti) e le long holiday (quelle superiori ai 13 notti) a tenere il passo mentre le vacanze di media durata (dalle 4 alle 13 notti), seppur in ripresa, restano più penalizzate. Le destinazioni scelte, invece, non hanno registrato grossi cambiamenti rispetto all’estate pandemica 2020: anche per il 2021 la meta prescelta sarà per l’80% dei viaggiatori il Bel Paese. Il recupero delle mete Europee e Extra-Europea a livelli pre-Covid è ancora lontano.

Vacanze estive 2021: mare o montagna?

Le vacanze estive sono all’insegna del mare per 6 italiani su 10, come in passato, anche se la montagna, le mete collinari e lacustri riscontrano invece un buon gradimento. La tipologia di mete viene confermata anche dalle regioni italiane che sono scelte per le vacanze estive: nella top 5 sono presenti Toscana, Sicilia, Puglia, Emilia Romagna e Trentino Alto Adige, quest’ultima è una new entry nelle mete più gettonate per il periodo estivo. Le città d'arte, invece, sono quelle ad aver subito le maggiori ripercussioni a causa del Covid e della conseguente scelta di non programmare viaggi nelle città europee.  

Un'estate Covid-free? L'importanza del vaccino e del green pass 

Altri lievi segnali che indicano un ritorno ad alcuni comportamenti che erano consolidati pre-pandemia sono la scelta di tornare a volare rispetto all’uso dell’automobile e anche la preferenza per le sistemazioni alberghiere rispetto alle case in affitto. Certo i viaggiatori si attendono delle rassicurazioni: se è importante che gli hotel accolgano solo individui muniti di green pass, ancora più importante è che l’hotel certifichi che anche tutto il personale sia vaccinato e la struttura covid-free.

Vacanze 2021, un'estate italiana e Covid-free: le opinioni degli italiani

...e le vacanze autunnali? 

La rilevazione di giugno del Future4Tourism ha l’obiettivo di raccogliere anche alcuni outlook sulle vacanze autunnali: i segnali sono incoraggianti.

  • 4 italiani su 10 ipotizzano già a giugno di concedersi un periodo di vacanza, sia esso un long week-end o una vacanza più lunga tra ottobre e dicembre.
  • Ancora una volta quello che cambierà rispetto al passato sono le mete: più Italia e meno Europa.
  • Accresciuto anche l’interesse per le crociere.

Le persone e i viaggiatori stanno cercando di riconquistare una normalità rispetto al periodo trascorso e, seppur fiduciosi rispetto alla possibilità di fare vacanze, continuano a essere cauti: il 75% ritiene che la pandemia ci accompagnerà ancora per il 2022 e quindi continuerà inevitabilmente a influenzare le scelte di viaggio.

Società