[EVENTO] The third moment of truth: il packaging sostenibile è il nuovo tsunami?

Ipsos presenta l’incontro “The third moment of truth: il packaging sostenibile è il nuovo tsunami?”

[EVENTO] The third moment of truth: il packaging sostenibile è il nuovo tsunami?

Da molto tempo Ipsos sonda la percezione dell’opinione pubblica internazionale sulle principali tematiche legate all’ambiente. Dalle nostre ricerche rileviamo, anno dopo anno, come si evolvono le opinioni e gli stati d’animo dei cittadini, come cambia il loro livello di consapevolezza sullo stato di salute del pianeta, quali sono, secondo loro, le più gravi emergenze ambientali.

La nostra più recente indagine, pubblicata in occasione della Giornata Mondiale della Terra, ci restituisce la fotografia di una società in profonda trasformazione.

Cresce l’interesse per un consumo più sostenibile, i cittadini si assumono sempre più spesso la responsabilità dell’impatto delle proprie scelte di acquisto e chiedono insistentemente alle aziende, ancor prima che alla politica, di promuovere il cambiamento verso modelli di sviluppo che garantiscano la salvaguardia dell’ambiente e la creazione di valore per la società nel suo complesso.

Per rispondere a queste istanze, Ipsos presenta “The third moment of truth: il packaging sostenibile è il nuovo tsunami?”, un evento interamente dedicato al tema della plastica.

I nostri esperti Nicola Neri, Andre Alemanno e Diego Persali racconteranno il rapporto degli italiani - nella duplice veste di cittadini e consumatori - con la plastica, i timori legati all’inquinamento ma, allo stesso tempo, l’avversione a rinunciare totalmente al materiale.

Con loro, un parterre d’eccezione composto da esponenti di primo piano del mondo delle imprese e associazioni ambientaliste che si confronteranno sulla possibilità di creare nuovi modelli di business, tecnologie e materiali utili non solo a ridurre l’impronta della plastica sull’ambiente, ma anche a fornire un'opportunità globale di crescita economica.

La partecipazione all'evento è gratuita ma occorre registrarsi.

Ulteriori informazioni su Energia e Ambiente

Società