ESG: cos’è, strategie e criteri della finanza sostenibile

Come Ipsos può aiutare in materia di ESG? Siamo al servizio di tutte quelle realtà che desiderano intraprendere azioni per genere un impatto positivo, a beneficio delle persone e del pianeta, promuovendo una prosperità a lungo termine.

ESG-Ipsos-sostenibilità-ambientale-sociale-governance

 

Le aziende sono sottoposte a una pressione crescente affinché conducano le proprie attività in modo conforme ai cosiddetti criteri ESG. I fattori ambientali, sociali e di governance sono considerati oggigiorno fondamentali per i piani strategici delle aziende.

In Ipsos sfruttiamo le nostre molteplici specializzazioni di ricerca e le competenze intersettoriali per fornire ai nostri partner la massima comprensione di tutti gli aspetti ESG.


ESG: cosa significa 

ESG è un acronimo che sta per Environmental, Social, Governance, che si riferisce a tre fattori centrali nel misurare la sostenibilità e l'impatto sociale di un'impresa o di un'attività economica.

Oggi, sono utilizzate anche dai consumatori per verificare e sostenere brand con politiche sostenibili.

  • Environmental 
    Come un'impresa interagisce con l'ambiente, esamina la sua condotta riguardo a questioni come il cambiamento climatico, la gestione dei rifiuti, la conservazione della risorsa idrica e la protezione della biodiversità.
  • Social
    Esamina l’impatto sociale e la relazione con il territorio, con le persone, con i dipendenti, i fornitori, i clienti e in generale con le comunità con cui opera o con cui è in relazione.
  • Governance
    Riguarda la gestione di un'impresa, come la diversità del consiglio di amministrazione, la struttura del consiglio, le politiche di retribuzione degli amministratori e i diritti degli azionisti.

Gli ultimi dati Ipsos indicano che il cambiamento climatico, la povertà e la disuguaglianza sociale rimangono preoccupazioni costanti e significative per le persone in tutto il mondo.

È richiesto a governi e aziende di perseguire insieme la sostenibilità economica, sociale e ambientale; ciò che noi di Ipsos riassumiamo in People, Planet e Prosperty: un modello, non solo concettuale, che riflette la necessità di bilanciare le esigenze sociali, ambientali ed economiche per un futuro veramente sostenibile.

In definitiva, gli obiettivi ESG riguardano la responsabilità e il ruolo delle aziende nella società, nonché l'ambizione dell'azienda di conciliare la creazione di valore per gli azionisti con il desiderio di essere una forza positiva per la società.

L’81% dei membri dell’Ipsos Reputation Council afferma che la scarsa performance ESG ha conseguenze materiali e il 55% concorda sul fatto che gli ESG hanno cambiato radicalmente il modo in cui opera la propria azienda.


Come costruire una strategia ESG integrata

Come garantire che gli ESG si inseriscano nel processo di pianificazione aziendale e di creazione di valore? Gli impegni ESG sono davvero all'altezza per brand purpose? Quali sono le aspettative degli stakeholder (sia all'interno che all'esterno dell'organizzazione) e come bilanciare priorità e aspettative contrastanti? Come fare a garantire che gli obiettivi fissati siano ambiziosi e d'impatto e che il reporting risponda alle esigenze della doppia materialità (dati finanziari e ESG)?

Dalle discussioni con i membri dell’Ipsos ESG Council, che riunisce dirigenti di alto livello responsabili della sostenibilità e dello sviluppo di best practice ESG provenienti da alcune delle importanti aziende a livello mondiale, abbiamo identificato una serie di questioni importanti che devono essere affrontate nello sviluppo di una roadmap ESG efficace.

  • Assicuratevi che i vostri obiettivi ESG siano costruiti sui fondamenti della vostra attività
    La definizione degli obiettivi e degli impegni ESG devono essere collegati alla realtà del business e del processo di creazione di valore nella vostra organizzazione. Altrimenti, il rischio è quello di avere programmi ESG che "si esauriscono", poiché la loro rilevanza e importanza diminuisce nel tempo. Questo approccio scollegato può anche danneggiare o erodere la reputazione, in quanto tali obiettivi ESG possono essere considerati non autentici e visti principalmente come una "vetrina".
  • Non sviluppate gli obiettivi ESG nel vuoto: ascoltate i vostri stakeholder
    È essenziale che la strategia e gli obiettivi ESG siano sviluppati a seguito di un ascolto esterno. Sebbene sia quasi impossibile rispondere a tutti i desideri dei vari stakeholder, è importante riconoscere che molti di essi possiedono competenze che possono contribuire a plasmare la vostra strategia e ad aumentarne la credibilità nei confronti del mondo esterno.
  • Stabilite una direzione a lungo termine e misurate i progressi compiuti
    Gli obiettivi a lungo termine dimostrano come un'azienda sia concentrata sulla promozione di cambiamenti importanti e significativi sia nelle sue attività che nella società in generale. Tuttavia, la definizione di obiettivi a lungo termine senza tappe a breve termine può potenzialmente esporre l'azienda alla critica di purpose-washing. La definizione di tappe a breve termine offre l'opportunità di misurare i progressi e di verificare la propria strategia ESG rispetto agli sviluppi più ampi della società.
  • Gli obiettivi non devono mai essere scritti nella pietra e la trasparenza è fondamentale
    Alcune aziende potrebbero identificare specifici ostacoli al raggiungimento di obiettivi e potrebbe essere necessario modificare o riformulare le ambizioni ESG. Le modifiche non devono necessariamente essere un compromesso, si tratta di prendere decisioni informate e trasparenti che consentano alla strategia ESG di evolvere nel tempo. La trasparenza si basa sul parlare apertamente e dettagliatamente dei progressi compiuti e degli ostacoli lungo il percorso. In effetti, in un mondo connesso e digitale l'idea di poter "nascondere" le informazioni negative è sempre più futile

Come Ipsos può aiutare in materia di ESG?

Grazie alle nostre capacità di insight e consulenzESG-Ipsos-people_planet_prosperitya, ci troviamo in una posizione unica per offrire una comprensione totale delle società, dei mercati e delle persone, alimentando un sano dibattito pubblico e promuovendo una cultura che incoraggia la diversità di pensiero e di opinione.

Spinti dalla curiosità, creiamo connessioni e guardiamo oltre l'ovvio, interpretando le esigenze delle generazioni attuali e anticipando quelle future.

Collaboriamo con le aziende e i governi per dare loro la fiducia necessaria per intraprendere azioni significative che abbiano un impatto positivo sulla loro organizzazione e sul mondo in generale, a beneficio delle persone e del pianeta, promuovendo la prosperità a lungo termine per tutti.


Le prospettive di Ipsos sugli ESG

1. Perseguire gli obiettivi ESG insieme, non individualmente

La sostenibilità sta diventando un imperativo per le organizzazioni e i governi di tutto il mondo e le persone si aspettano azioni concrete. È fondamentale, però, perseguire gli aspetti ESG nel loro insieme e non focalizzarsi su di essi singolarmente.

Condividiamo un framework Ipsos per guardare il mondo attraverso tre lenti (l’individuo, la comunità locale e, infine, la società nel suo insieme) per definire la strategia di sostenibilità definitiva personalizzata in base alle caratteristiche uniche di un’organizzazione e riconoscendo l’intersezionalità di tutti i fattori ESG.

ESG-obiettivi-framework-Ipsos

 

2. Oltre il "say-do gap" di sostenibilità ambientale al "believe-true gap"

Il divario tra “il dire e il fare” in materia di sostenibilità è da tempo considerato una sfida centrale per le iniziative di governi e di aziende.

Il termine “say-do gap” è diventato un’espressione che spesso semplifica eccessivamente le barriere e i fattori più tangibili che ostacolano il coinvolgimento delle persone e che non riesce ad esplorare le ragioni per cui le persone non modificano i propri comportamenti.

Se scaviamo sotto la superficie di questo iceberg comportamentale, vediamo che uno dei maggiori ostacoli al sostegno delle persone nello spazio della sostenibilità è dato dalla conoscenza e la comprensione del problema, dell'urgenza e delle azioni più efficaci da intraprendere.

ESG-sostenibilità-comportamenti-say-do-gap

 

3. La sostenibilità deve essere il co-beneficio, non il beneficio

Gli individui non sono disposti ad apportare modifiche al proprio comportamento solo per la sostenibilità. La nostra ricerca mostra che per favorire un cambiamento nel comportamento, la scelta sostenibile deve avere un ulteriore "beneficio collaterale", vale a dire essere più economica, più semplice, più sana o essere integrata nella progettazione.

Esploriamo come il framework Ipsos Behavior Change MAPPS può aiutare i governi e le imprese ad agire in modo di avere maggiori probabilità di stimolare il cambiamento.

ESG-sostenibilità-comportamento-framework-Ipsos-MAPPS

 

Scarica il report completo e scopri i principali case studies in ambito ESG


People, Planet, Prosperity: non perdere gli ultimi aggiornamenti

People, Planet, Prosperity è l'insieme di contenuti ESG di Ipsos derivante dalla nostra pratica di sostenibilità.

Scopri le ultime notizie, ricerche e opinioni di esperti su tutto ciò che riguarda i fattori ESG nella nostra newsletter dedicata e nella serie di podcast

ESG-podcast.png ESG-Newsletter

 

Corporate