Covid, sondaggi: l'opinione degli italiani - 11° Aggiornamento 2021

Continua il consueto monitoraggio di Ipsos delle opinioni degli italiani in merito al Coronavirus, i vaccini e l'andamento della campagna vaccinale.

Il team Public Affairs di Ipsos continua a monitorare le opinioni degli italiani in merito all'emergenza Coronavirus. In questa nuova edizione si registra un aumento dell'ottimismo, con il 48% degli italiani che ritiene che il peggio sia passato e una valutazione complessivamente positiva della campagna di vaccinazione: il 42% degli italiani dichiara di aver ricevuto almeno una dose di vaccino anti-Covid. 

Italia Covid oggi, continua ad aumentare l'ottimismo 

La minaccia percepita si stabilizza e si allinea ai valori rilevati a fine maggio 2020, con la sola eccezione del livello di pericolo per il Paese che, a un anno di distanza dalla fine del primo lockdown, risulta nettamente calato. Inoltre, si ha un continuo incremento anche per l’ottimismo: il 48% degli italiani ritiene che il peggio sia passato, allo stesso livello di quanto registrato a inizio giugno 2020. Infine, si registra un crollo netto della previsione di crescita dei contagi: da fine aprile a fine maggio, i pessimisti dimezzano anche grazie al positivo andamento della campagna vaccinale. 


Scopri tutti i risultati del precedente sondaggio Ipsos: "Covid, sondaggi: l'opinione degli italiani - 10° Aggiornamento 2021"


Campagna vaccinale, giudicata positivamente da 6 italiani su 10

La campagna di vaccinazione sta proseguendo a pieno ritmo e oggi riscuote l’apprezzamento di sei italiani su dieci, quattro più di quelli che si erano espressi positivamente all’annuncio del Governo a metà marzo. Inoltre, il 42% degli italiani dichiara di aver ricevuto almeno una dose di vaccino, confermando l'elevato ritmo tenuto dal piano vaccinale e prosegue il calo della resistenza a vaccinarsi di 11 punti, tra esitanti e "no vax". Infine, l’orizzonte temporale in cui gli italiani collocano la previsione della fine di ogni preoccupazione per il Covid scende di quasi due mesi rispetto a quanto rilevato a fine aprile.

Società